Italian version of "Jour De Neige", released in 1990. Written by Vincent-Marie Bouvot, Pierre Grosz and Georges Lunghini, with Italian lyrics by Paolo Amerigo Cassella....
E tu, e tu, che vertigine, tu.

Freddo fuori, caldo in me
Scendo le scale tre per tre.
Braccia che ci affonderei
E non so che farei, invece.
Sei un amico di papà
E non ti accorgi che ho l'età.
Ho il cuore che galoppa via
A un vento di poesia.

Gli anni miei sono la terra di nessuno.
Gli anni miei, la voglia di essere qualcuno.
Gli anni miei, ma come ci staresti bene
Tu, negli anni miei.

E tu, e tu, come un sogno un pò flu.

Quanta neve viene giù
Quante risate tra di voi.
Dio, perché arrossisco ? E tu
Tu sembra che lo sai, invece.
Solo un bacio in fronte e poi
La neve scrive i passi tuoi.
Quelle impronte che vorrei
Scrivessi su di noi.

Gli anni miei sono la terra di nessuno.
Gli anni miei, la voglia di essere qualcuno.
Gli anni miei, ma come ci staresti bene
Tu, negli anni miei.

E tu, e tu, come un sogno un pò flu.

Gli anni miei sono la terra di nessuno.
Gli anni miei, la voglia di essere qualcuno.
Gli anni miei, ma come ci staresti bene.
Gli anni miei sono la terra di nessuno.
Gli anni miei, voglia di stare con qualcuno.
Gli anni miei.


Lyrics submitted by Oliviaka

Gli Anni Miei song meanings
Add your thoughts

No Comments

sort form View by:
  • No Comments

Add your thoughts

Log in now to tell us what you think this song means.

Don’t have an account? Create an account with SongMeanings to post comments, submit lyrics, and more. It’s super easy, we promise!

Back to top
explain