"Prima Guardia" as written by and Federico/pelu Renzulli....
-------------
Torri come pere, il silenzio e' gia' passato
Nei corridoi resta il fumo della prima guardia
Uomo col fucile, il nemico e' la tua noia
Sei prigioniero e resti solo a difenderti dal freddo
Nuoto nel nero, dove sfioro le tue mani
Poi apro gli occhi steso in aria, e' la prima guardia
Esplode il mondo e resto solo, dalle mani nasce un fiume
L' alba e' un miraggio, che mi esplode dentro
Mi scuserai se parlo una lingua diversa
Un anno e' un secolo, 365 croci
E la tua privazione mi taglia la testa
Uomo col fucile, prigioniero della tua bandiera
E corri in tondo, testa in fumo, e' la prima guardia
Torri come pere, ma il nemico non esiste
Esplode il nulla e resto solo a difendermi dal buio
Grido l' allarme che mi esplode dentro
Perche' noi siamo al mondo problemi diversi
Un anno e' un secolo, 365 croci
E la tua privazione mi taglia la testa; avevo una testa
Un anno e' un secolo, 365 croci,
E la tua privazione mi taglia la testa
Grido l' allarme che m' esplode dentro
Perche' lo so che siamo problemi diversi; lingue diverse.
Trasforma il tuo fucile in un gesto piu' civile!




Lyrics submitted by SongMeanings

"Prima Guardia" as written by Piero Pelu Federico Renzulli

Lyrics © Warner/Chappell Music, Inc.

Lyrics powered by LyricFind

Prima Guardia song meanings
Add your thoughts

No Comments

sort form View by:
  • No Comments

Add your thoughts

Log in now to tell us what you think this song means.

Don’t have an account? Create an account with SongMeanings to post comments, submit lyrics, and more. It’s super easy, we promise!

Back to top
explain