"Hollywood" as written by Paolo Bruni, Cesare Petricich, Enrico Salvi, Fabrizio Barbacci, Francesco Li Causi and Antonio Salis....
Esco di scena e vado a camminare solo
sui marciapiedi io volo
sono straniero nella mia città
la gente passa mi vede e lo sa
Mi fermo, poi riparto, poi mi fermo ancora... e osservo
la strada che si colora
c'è uno faccia in vetrina, mi guarda e va via
chi è lo straniero a casa mia?............. a casa mia...

E trovo Andy il matto che è vent'anni ch'è lì...e mi dice:
qui va bene così
tanto tutto è troppo e basta quel che hai
e forse un giorno lo capirai...
Ma te che ne sai...ma chi cazzo sei?...però
so che ha ragione lui
perchè lui è un matto autentico
e io troppo spesso mi dimentico...

...CHE QUI......QUI NON Ã? HOLLYWOOD...

Arriva il buio e la gente va via
e come per magia
nelle telestazioni l'universo va in festa
ancora un altro giorno alla finestra
Ma uno straniero in fondo che ne sa
di come funziona, di come va
e anche se i sogni in questo posto finiscono in vino
anche se perdi sempre a tavolino...

e anche se il film che t'aspettavi aveva un altro finale
e se qualcosa in fondo è andato male...


Lyrics submitted by SongMeanings

"Hollywood" as written by Cesare Petricich Antonio Salis

Lyrics © Universal Music Publishing Group

Lyrics powered by LyricFind

Hollywood song meanings
Add your thoughts

No Comments

sort form View by:
  • No Comments

Add your thoughts

Log in now to tell us what you think this song means.

Don’t have an account? Create an account with SongMeanings to post comments, submit lyrics, and more. It’s super easy, we promise!

Back to top
explain