"Jaffa" as written by and Antonio/tagliapietra Pagliuca....
L'acqua più fresca dal nulla ne scaturì
Il sole si nascose, dal cielo scese il pane
E ritornò la quiete fra la gente.
Un altro mistero si aggiunge ai miei "perché?".
Oggi si scava il sogno sulla rovente sabbia
E il fiume sudore disseta radici nuove,
Fugge il miraggio e un Paradiso già si rivela,
Il fiore d'arancio profuma così il deserto.
Occhi che fissano il vuoto rimpiangono
Figli lontani dispersi nelle città.
Nella mia terra I vecchi ulivi stanno pregando
Stringono in pugno collane di perle nere;
La frutta dorata che il sole dona come rugiada
Semina rabbia, nei fossi sacrificata.



Lyrics submitted by SongMeanings

"Jaffa" as written by Antonio Pagliuca Aldo Tagliapietra

Lyrics © Warner/Chappell Music, Inc.

Lyrics powered by LyricFind

Jaffa song meanings
Add your thoughts

No Comments

sort form View by:
  • No Comments

Add your thoughts

Log in now to tell us what you think this song means.

Don’t have an account? Create an account with SongMeanings to post comments, submit lyrics, and more. It’s super easy, we promise!

Back to top
explain