"Miami" as written by Filippo Neviani, Massimo Varini, Manuela Bottoni and Antonello De Sanctis....
Ogni sabato vengo qua
l'atmosfera è la solita
sono altrove con la testa
e ripenso a quella sera là
devastato dagli occhi suoi
con una scusa mi avvicinai
mi potrei scordare il nome
ma il suo corpo addosso quello mai

non so chi è
ne dove va
ma è questo il fascino che ha
non so chi è
ne dove sta
ma invidio la sua liberà

avevamo ballato e
le ho parlato un bel po' di me
che ho una storia complicata
lei mi ha detto pochissimo di se
io non so neanche dove sia
ma di lei so ogni geografia
la mano calda che mi tocca
e la sua bocca poggiata sulla mia

non so chi è
ne dove va
ma è questo il fascino che ha
non so chi è
ne dove sta
ma invidio la sua libertà

so che è follia
che pensarla non la fa mia
ma mi va l'idea
� io la cercherò dovunque sia

non so chi è
ne dove va
ma è questo il fascino che ha
non so chi è
ne dove sta
ma invidio la sua libertà
non so chi è
ne dove va
ma è questo il fascino che ha
non so chi è
ne dove sta
ma invidio la sua libertà


Lyrics submitted by SongMeanings

"Miami" as written by Filippo Neviani Antonello De Sanctis

Lyrics © Universal Music Publishing Group

Lyrics powered by LyricFind

Miami song meanings
Add your thoughts

No Comments

sort form View by:
  • No Comments

Add your thoughts

Log in now to tell us what you think this song means.

Don’t have an account? Create an account with SongMeanings to post comments, submit lyrics, and more. It’s super easy, we promise!

Back to top
explain