"Venere" as written by and Carmen Consoli....
Fortunatamente ho ancora il buon senso di mettermi in discussione
Faccio volentieri a meno dei tuoi manuali sull'autostima
Fortunatamente da giorni è finita la lenta agonia dei tuoi fiori
Sto ancora rimettendo la nostra ultima cena romantica

Triste, annoiata e asciutta
Sarei la tua venere storpia
Triste, annoiata e asciutta
Io sarei un'inutile preda

Vedrai, vedrai che alla fine uno squallido grazie lo avrai, lo avrai
Quel sorriso di circostanza
Vedrai

Fortunatamente ho sempre il difetto di prendermi poco sul serio
E faccio volentieri a meno del tuo sesso pratico e del successo.

Triste, annoiata e asciutta
Sarei la tua venere storpia
Triste, annoiata e asciutta
Io sarei un'inutile preda

Vedrai, vedrai che alla fine uno squallido grazie lo avrai, lo avrai
Quel sorriso di circostanza
Vedrai

Vedrai, vedrai che alla fine uno squallido grazie lo avrai, lo avrai
Quel sorriso di circostanza
Vedrai

Porto ancora addosso il fumo delle tue parole, delle tue parole
L'unica cosa che mi hai lasciato

Triste, annoiata e asciutta sarei la tua venere storpia
Triste, annoiata e asciutta sarei la tua venere storpia
Triste, annoiata e asciutta sarei la tua venere storpia
Triste, annoiata e asciutta sarei la tua venere storpia
Triste, annoiata e asciutta sarei la tua venere storpia


Lyrics submitted by SongMeanings

"Venere" as written by Carmen Consoli

Lyrics © EMI Music Publishing, Sony/ATV Music Publishing LLC, Universal Music Publishing Group

Lyrics powered by LyricFind

Venere song meanings
Add your thoughts

No Comments

sort form View by:
  • No Comments

Add your thoughts

Log in now to tell us what you think this song means.

Don’t have an account? Create an account with SongMeanings to post comments, submit lyrics, and more. It’s super easy, we promise!

Back to top
explain