"Piccola Citta' Eterna" as written by and Luciano Ligabue....
Regina ha quattro amanti e due o tremila nomi
E neanche un uomo che la porti fuori un po'
Ma, intanto, tiene il letto pronto e il frigo pieno
E ride in faccia alle comari che mugugnano
Ramengo con la luna piena va sui tetti
Dice che e' per sentirsi più vicino a Dio
Balla su case di prudenza e conti fatti
Chissà perché la sua canzone sembra un miagolio
Gente persa in una
Piccola città eterna
Piccola città testarda
Piccola città con gli occhi chiusi a meta
Piccola città che cerchi in giro
E spesso ciò che cerchi e' qua
C'è chi la ama, chi la odia e lei rimane piccola

Colera sottobraccio ha un pacco da sei birre
Ed il diritto di sedersi dove può
A dar la nanna, un po ad un altro brutto giorno
Se se la prendo bene, fischia e te ne offre un po
Gente immersa in una
Piccola città già' vista
Piccola città che insiste
Piccola città con gli occhi aperti a meta'
Piccola città che, sana o no, un'anima pero' ce l'ha
Se ripassate fra cent'anni ci trovate sempre qua

E Radio Flit ancora spruzza il suo veleno
Fatto da chi non riesce a farsi I cazzi suoi
C'è chi la spegne e chi si sintonizza bene
O sei uno di loro o sei quello che tu vuoi
Gente sparsa in una
Piccola città eterna
Piccola città testarda
Piccola città
Che chi si muove di qua?


Lyrics submitted by SongMeanings

"Piccola Citta' Eterna" as written by Luciano Ligabue

Lyrics © Warner/Chappell Music, Inc.

Lyrics powered by LyricFind

Piccola Citta' Eterna song meanings
Add your thoughts

No Comments

sort form View by:
  • No Comments

Add your thoughts

Log in now to tell us what you think this song means.

Don’t have an account? Create an account with SongMeanings to post comments, submit lyrics, and more. It’s super easy, we promise!

Back to top
explain