"Impressioni Di Settembre" as written by Franco Mussida, Mauro Pagani and Giulio Rapetti Mogol....
Cerco il sole ma non see'è...
Dorme ancora la campagna, forse no,
È sveglia, mi guarda, non so.
Già l'odore della terra odor di grano,
Sale adagio verso me.
E la vita nel mio petto batte piano,
Respira la nebbia, penso a te.
Quanto verde tutto intorno a ancor piú in là,
Sembra quasi un mare l'erba,
E leggero il mio pensiero vola e va
Ho quasi paura che si perda...
Un cavallo tende il collo verso il prato
Resta fermo come me:
Faccio un passo, lui mi vede, è già
Fuggito...
Respiro la nebbia, penso a te.
No, cosa sono adesso non lo so
Sono come, un uomo in cerca di se stesso
No, cosa sono adesso non lo so
Sono solo, solo il suono del mio passo...
Ma intanto il sole tra la nebbia filtra già:
Il giorno come sempre sarà.



Lyrics submitted by inpraiseoffolly

"Impressioni di Settembre" as written by Giulio Rapetti Mogol Franco Mussida

Lyrics © Universal Music Publishing Group

Lyrics powered by LyricFind

Impressioni Di Settembre song meanings
Add your thoughts

No Comments

sort form View by:
  • No Comments

Add your thoughts

Log in now to tell us what you think this song means.

Don’t have an account? Create an account with SongMeanings to post comments, submit lyrics, and more. It’s super easy, we promise!

Back to top
explain