Abituato a morso e fuga
mi sporco di fango catrame e di ruggine
L'istinto mi spinge a un sole che mi asciuga
a un metro dalla grandine
Coccolato qualche volta
da qualche signora che altro animale non ha
chiusa l'ennesima porta c'è la strada
e a lei che dietro chiamerà
E fra un po' si torna in calore e lo sai
che per qualcuno e' comodo.
C'e' una cuccia un osso e un padrone per noi.
Identita':
figlio d'un cane
figlio d'un cane
figlio di cinque minuti
Identita':
figlio d'un cane
figlio d'un cane
figlio d'un equivoco
Identita':
figlio d'un cane
figlio d'un cane
figlio d'amplessi rubati
Identita':
figlio d'un cane
figlio d'un figlio di un preservativo rotto
E allora ululo ed alzo il bicchiere
fra sassi, scarponi e bestemmie che tirano.
Ed ululare e' un sollievo
e un piacere
che almeno do fastidio un po'
E ogni tanto ciotole piene che poi
non brontoli lo stomaco
briciole ed avanzi di ieri per noi.
(rit.)


Lyrics submitted by Astor

Figlio Di Un Cane song meanings
Add your thoughts

No Comments

sort form View by:
  • No Comments

Add your thoughts

Log in now to tell us what you think this song means.

Don’t have an account? Create an account with SongMeanings to post comments, submit lyrics, and more. It’s super easy, we promise!

Back to top
explain