Mangio merda di cane
frammista alla merda di alcune puttane,
cui lesto il culo pulisco
con un materiale che io stabilisco.
Vedo già Faso con Rocco
che della mia merda divorano un tocco.
Sento Cesareo che suona:
evidentemente la merda era buona.

Entra ora in scena una ditta
che acquista la merda dal gruppo prodotta,
quindi, con tecniche strane,
ne fabbrica cibo per cani e puttane.
Cani e puttane voraci
divoran la merda con bocche capaci.
Ora la strada è diritta:
evviva la merda, evviva la ditta.
Ora la strada è diritta:
mangiamo la merda e brindiamo alla ditta.

Lyrics submitted by Diego8978

La ditta song meanings
Add your thoughts

1 Comment

sort form View by:
  • 0
    General CommentThis song is a mordant satire on the corporate music business (or business in general, if you will). In a shocking metaphor, the band admit to eating excrement and selling their own dejections to the company, who in turn feed them to the public.
    Diego8978on November 06, 2005   Link

Add your thoughts

Log in now to tell us what you think this song means.

Don’t have an account? Create an account with SongMeanings to post comments, submit lyrics, and more. It’s super easy, we promise!

Back to top