Urna, urna, uuh, mettimi nell’urna, urna, uuh.
Urna cineraria, mettimi nell’urna funeraria,
urna elettorale, mettimi nell’urna patatosa.

68: asino cotto.
47: la morte viene silenziosa come un’alce,
dai vivi ci separa con il taglio di una falce.
Viene silenziosa come un’alce,
separa con il taglio di una falce.

Lo disse Foscolo, lo ribadisco:
della vita il fulcro è il sepolcro.
Fulcro, sepolcro.
Fulcro, ribadisco che è un sepolcro.

E c’è qualcosa nell’aria
che mi dice che io perirò.
O presto o tardi lo so che accadrà
ma la cosa non mi turba, ho un solo desiderio.

Voglio una degna sepoltura
quando la morte verrà e mi ghermirà,
una tomba linda e duratura
che mi preserverà dall’umidità.
Ghermirà.

Hu hu hu hu. Seguono per i più colti
alcuni brani tratti da I sepolcri di Ugo Foscolo:
“Sol chi non lascia eredità d’affetti
poca gioia ha dell’urna”.
Urna urna uuh, uuh;
mettimi nell’urna urna uuh.

E c’è qualcosa nell’aria – qualcosa nell’arià –
che mi dice che io morirò: – non si può morire dentro, no –
ho nel corpo una scoria, – come dice Gianni Bella –
nell’intestino crasso, nel tenue e nel duodeno.

Padre Luca.
Sento nel mio corpo delle scorie che mi minano.
Baby Fuca.
Odo l’uomo del Giappone che mi dice:
Ufo Robot, Ufo Robot.
Si trasforma in un razzo missile con circuiti di mille valvole,
tra le stelle sprinta e va. Tra le stelle sprinta e va.
Mangia libri di matematica, insalate di cibernetica
e ripete: sedici, il culo.
Il culo.

Ma mentre parlo tu non mi ascolti.
I casi sono due: o non mi ami più o sei morta.
Propenderei per la seconda ipotesi
perchè emani un fetore nauseabondo.

E allora penso che tu voglia una degna, degna, degna sepoltura
perchè la morte è arrivata e ti ha ghermita.
Una tomba linda e duratura
che ti preserverà dall’umidità.

Urna, urna, uuh, mettimi nell’urna, urna, uuh.
Urna cineraria, mettimi nell’urna funeraria,
urna elettorale, mettimi nell’urna patatosa.

Amore, amore, aaa.
Ciao, aaaaaa;
sì devi mettermi nell’urna,
miettime, miettime nell’urna.

77, tette tette: le gambe delle donne.
23 uah oh ooh: un tram.
Aaaaaah 24: un altro tram.
96: l’autobus ha ha ha ha ha, hu hu hu hu.
15: l’amore perpetuo che unisce la coppia
per molti anni infiniti.
64: gli anni di Bellugi.
Ha ha ha ha. He he he he.


Lyrics submitted by Diego8978

Urna song meanings
Add your thoughts

1 Comment

sort form View by:
  • 0
    General Comment"Urna" exists in two crucially different versions: the laid-back disco-funk live version, and the speed-metal studio version. But the playfulness of the music belies one of the band's darkest lyrics, dealing with the inexorabilty of death. Since we cannot escape it, we can only hope to be given a worthy burial after we're gone.
    Diego8978on September 22, 2006   Link

Add your thoughts

Log in now to tell us what you think this song means.

Don’t have an account? Create an account with SongMeanings to post comments, submit lyrics, and more. It’s super easy, we promise!

Back to top
explain